Personalmente selezionate da Francesca maragno, horse woman, animatrice pony nonche’ mamma di Edo.

Candelo

Il Luogo

La Mandria è situata ai confini di un bellissimo altopiano chiamato il Baraggione che si estende per molte migliaia di ettari, e’ completamente disabitato ed e’ circondato da un suggestivo arco di montagne: dal Monviso, al Monte Rosa, al Resegone.
E’ una area di grandi spazi dove si alternano verdi pascoli, valli e boschi attraversati dal torrente Cervo.

Questa area ha anche il grande vantaggio di trovarsi a breve distanza dal crocevia delle autostrade per Torino, Genova, Milano-Lugano e dai trafori del Monte Bianco e del Gran San Bernardo.

Il Centro

Alla “Tenuta La Mandria” ci si e’ sempre occupati di cavalli fin dalla sua costruzione. La storia dell’azienda inizia nella prima metà degli anni ‘50 quando Davide Felice Aondio crea, primo in Italia, un centro agrituristico e di turismo equestre all’interno di questa tenuta di 100 ettari interamente coltivata in proprio.

Da allora il centro ha ottenuto riconoscimenti in campo nazionale e internazionale ed e’ divenuta Scuola di Equitazione riconosciuta dalla Federazione Italiana Sport Equestri.

Il sistema di equitazione è rigorosamente caprilliano ed ha dato la formazione di base ad alcuni atleti italiani oggi di livello nazionale ed internazionale.

Il centro è principalmente conosciuto per la serietà, la continuità, il rigore morale e la professionalità che da sempre lo distinguono. L’obiettivo e’ quello di impegnarsi a trasmettere ai cavalieri l’amore ed il rispetto per il cavallo.
Da sempre gli si insegna ad avvicinarsi ad esso acquistando gradatamente maggiore competenze in vari campi: dalla scuderizzazione alla cura dei finimenti,dall ’alimentazione all’ allevamento e all’ addestramento. Gli allievi più promettenti inoltre hanno la possibilità di addestrare personalmente un puledro. Il Centro è aperto tutto l’anno e lunedi’ e’ il giorno di riposo.

Le Strutture

Gli allievi hanno a loro disposizione un ampio maneggio coperto con fondo in sabbia di 1.500 mq., aperto sui quattro lati che protegge dalla pioggia ma anche dal caldo sole estivo.

Il Centro dispone di: un rettangolo con fondo in erba di mt. 60 x 20, un campo con 15 ostacoli fissi , un tondino per i principianti, un ampio parco ostacoli, una selleria ben attrezzata, una scuderia con ampi box, 2 grandi paddock, spogliatoi con docce, Club-House e 10 tra cavalli e pony a disposizione della Scuola . Inoltre una "palestra" di ostacoli fissi per il completo, con una ampia varietà di ostacoli di diversa difficoltà.

Lo Staff

Il centro fu fondato nel 1952 da Davide Felice Aondio, Istruttore Federale e Maître Randonneur dell’ Associazione Nazionale Turismo Equestre.
Ora il suo lavoro è portato avanti dal figlio Marco, Istruttore Federale di primo livello, istruttore Federale di Volteggio e Tecnico di Secondo Livello Equiturismo; Marco e’ affiancato dalla moglie Cristiana, Istruttrice Federale di primo livello, Istruttrice Pony Club Fiorello e Tecnico di Primo Livello Equiturismo, e, da più di vent’anni, da Manuela, Istruttrice Federale di primo livello, Istruttrice Federale di Volteggio, Istruttrice Pony Club Fiorello e Tecnico di Primo Livello Equiturismo.

Qualifiche

Scuola di Equitazione Riconosciuta dalla Federazione Italiana Sport Equestri (F.I.S.E.) - affiliata Gruppo Italiano Volteggio - Centro Avviamento allo Sport C.O.N.I.

Equitazione

Al loro arrivo gli allievi vengono suddivisi per capacità equestri e per ogni gruppo viene preparato un apposito programma di lavoro. Gli allievi montano a cavallo un minimo di 4 ore al giorno, lavorando alternativamente in piano e in campagna.
Alle lezioni di equitazione di base si alternano anche lezioni di volteggio, giochi equestri e lezioni teorico-pratiche di ippologia. Al mattino ciascuno ha a disposizione un pony o un cavallo ed insieme agli istruttori ha la possibilità di imparare a governarlo, sellarlo e dissellarlo. Dopo questa prima fase ha inizio la pratica equestre vera e propria che di giorno in giorno permetterà agli allievi di consolidare le loro capacità e acquisire nuove competenze.

Ognuno di loro parteciperà attivamente alla vita della scuderia imparando ad abbeverare i cavalli e a foraggiarli, a ritirare appropriatamente i finimenti e le bardature, a pulirli e ingrassarli.

Tutto ciò per giungere all’ultimo giorno di permanenza in cui ha luogo quella che il centro chiama "la Presentazione", il saggio finale durante il quale in un clima di festosa solennità vengono valutati i progressi dei singoli allievi. Al vincitore spetterà lo storico "Bruscone d’ Oro" e a tutti i partecipanti verrà regalato un poster con uno dei cavalli.

Alloggi

Dal rustico originale, integralmente rispettato nelle sue strutture, è stata ricavata una piacevole foresteria in cui sono ospitati i bambini ed i ragazzi in gruppi volutamente contenuti.

Le camere a due o tre letti con bagno sono semplici ma confortevoli.

I pranzi e le cene sono cucinati seguendo la più pura tradizione contadina, e vengono consumati sotto il grande portico in cotto dove, durante l’estate, la vite si apre uno spazio tra le tegole e scende lambendo la tavolata.